Infanzia

INFANZIA


infanziainfanzia

L’infanzia, è quel periodo di vita che va dalla nascita alla comparsa dei segnali della pubertà, che introdurranno l’ingresso della preadolescenza. Da un punto di vista temporale è un periodo che va da 0 a 11/12 anni. Già nella primissima infanzia, attraverso le ripetute interazioni con i genitori, il bambino svilupperà un insieme di schemi che saranno alla base della propria identità, del modo di relazionarsi agli altri e di percepire la realtà. Nei primi 15 mesi di vita si consolida il legame di attaccamento alle figure significative, ossia si stabilisce quella base sicura, quella fiducia fondamentale che permetterà al bambino di crearsi aspettative positive nei rapporti futuri. Molto importante in questo periodo è la figura della madre che permetterà al bambino un adeguato sviluppo affettivo e la capacità di regolare le sue emozioni. In seguito, con la maturazione di diverse abilità che favoriscono l’esplorazione dell’ambiente, inizia il delicato processo di separazione dalla madre che, se portato a termine con successo condurrà alla costruzione di un concetto di sé e degli altri positivo e stabile.

Successivamente nella realtà emotiva del bambino fa ingresso la figura paterna. E’ in questo periodo che inizia la vera e propria età del gioco. L’ultimo stadio dell’infanzia corrisponde all’età scolastica, in cui il bambino fa il suo primo ingresso in società. Se la socializzazione sarà incoraggiata il bambino svilupperà l’industriosità, altrimenti sperimenterà un senso di inferiorità. L’infanzia è un periodo di lavoro intenso e di profonde trasformazioni in cui si gettano le fondamenta del futuro. Informazioni sui servizi di sostegno psicologico si trovano in Consulenza nell’infanzia.